Rivestimento anime inorganiche

L’uso delle anime inorganiche, grazie alla loro caratteristica di non produrre gas in colata, sono sempre più usate sia per il processo in gravità che in bassa pressione.

Inoltre hanno la caratteristica di essere traspiranti, ciò consente all’aria presente nella forma di fuoriuscire durante il processo di colata.

È importante mantenere  integre queste caratteristiche ma prestare molta attenzione per ridurre gli effetti di sinterizzazione.

A questo proposito Altea ha studiato un apposito prodotto in polvere che, applicato elettrostaticamente sulle anime con il Dry Lub system mantiene inalterate le caratteristiche delle anime, evita la penetrazione della lega, migliora drasticamente lo sterramento e lascia le superfici pulite e liscie.

I vantaggi ottenuti si apprezzano in modo particolare in quello cavità molto strette che obbligano, a pezzo finito, ad una pulizia meticolosa e molto costosa che garantisca l’assenza di residui (passaggi per olio e acqua nei motori per auto, parti di turbine ecc. ecc.).

Il processo di rivestimento delle anime inorganiche è il frutto di una lunga ricerca, fatta in collaborazione con diverse società, per realizzare parti dello chassis di auto che avessero le pareti di spessore 2,5 mm.

Come spesso accade ha trovato il suo sviluppo ideale nella produzione di blocchi motore per auto.

Punti di forza

9

Non si altera la permeabilità dell’anima

9

Migliora lo scorrimento

9

Facilita lo sterramento

9

Non altera le anime

9

Riduce la sinterizzazione

COME FUNZIONA IL DRY LUB SYSTEM

L’applicazione del prodotto avviene elettrostaticamente in una camera dielettrica che consente una deposizione uniforme del prodotto su tutta l’anima senza alterare le qualità traspiranti.

Le quantità di prodotto necessario per ottenere un buon risultato sono bassissime, circa 1 gr per ogni anima atta a realizzare un blocco motore quattro cilindri.

Guardalo in azione

Video in presa diretta realizzati durante il ciclo produttivo di clienti.

Hai qualche dubbio?

Ecco le domande che regolarmente ci vengono sottoposte così da fare chiarezza. Se non trovi la risposta giusta, scrivici.
La polvere può variare la qualità della fusione?

La polvere è composta da talco e grafite sintetica lavorata con nanotecnologie, questi prodotti sono altamente compatibili con l’alluminio.

Perché mantiene la permealizzazione?

Il prodotto applicato è secco e fonde oltre i 1200° e le micro particelle si depositano sulla superficie senza alterarne la traspirazione.

Quando si posiziona l’anima nello stampo la polvere cade?

La polvere non cade perché è elettro depositata. Bisogna però porre molta attenzione quando si soffia con aria lo stampo per eliminare la sabbia che cade dall’anima.

Come avviene la deposizione elettrostatica?

La deposizione avviene in una camera dielettrica nella quale viene spruzzato il prodotto in polvere caricato elettro staticamente. Essendo l’anima conduttiva fa si che il prodotto aderisce ad esso.

Ma è un processo costoso?
È indubbiamente un costo aggiuntivo nella fase fusoria del getto. Il ritorno dei costi lo si ha ampiamente nella fase di lavorazione e pulizia dei vari condotti.
La polvere non si disperde nell’ambiente?
Il prodotto in polvere, della quale ne viene erogata una quantità minima, viene applicato elettrostaticamente e va ad aderire alle matrici. È necessaria un aspirazione molto leggera per eliminare quei fumi che si vengono a creare durante il processo fusorio.
La polvere è tossica?
I prodotti utilizzati non sono tossici e rientrano largamente nei parametri stabiliti dalla CE.
Come sarà l’ambiente di lavoro a bordo pressa?

Va da se che eliminando il distaccante a basa acqua si eliminano le inevitabili nubi oleose e le acque reflue con le conseguenti depurazioni. Non per ultimo si riducono i consumi per le aspirazioni.

Che difficoltà ci sono nell’inserire il Dry Lub System nel nostro ciclo produttivo?

Tecnicamente nessuna perché la testa di lubrifica del Dry Lub System viene realizzata specificatamente per la pressa su cui viene montata. Si tenga conto che la polvere quasi non si vede e l’applicazione è molto rapida.

È possibile testare quanto voi affermate?

La nostra prassi prevede di eseguire prove manuali sugli stampi in uso dai clienti, verificarne tramite termo camera le temperature e analizzare i risultati. Solo in seguito si valuterà la volontà di proseguire con i test automatici.

Questa prima fase è totalmente gratuita e non prevede da parte del cliente alcuna spesa.

Ti interessa il sistema DRY LUB SYSTEM?

Le tecnologie del Dry Lub System per il rivestimento delle anime inorganiche