Pressofusione di alluminio

TECNOLOGIA

 

Con il DRY LUB SYSTEM la lubrifica avviene a stampo aperto. Si applica elettrostaticamente un fine strato di cere lubrificanti sulla superficie delle matrici. La cera elettrodepositata al contatto dello stampo fonde e migra raggiungendo anche le parti nascoste.

Con le cere lubrificanti in polvere si elimina totalmente la fase di asciugatura e si riducono drasticamente gli shock termici.

Inoltre, l’inserimento del DRY LUB SYSTEM non stravolge il normale ciclo di lavoro.

 

  • Aumento della produzione, riduzione del tempo ciclo superiore al 10%.

La totale eliminazione della fase di asciugatura delle matrici, necessaria dopo l’applicazione del lubrificante liquido, unita alla maggiore rapidità esecutiva del DRY LUB SYSTEM, riduce il tempo ciclo del 10% - 15%.

  • Riduzione del consumo dell’aria, completa eliminazione del processo di soffiaggio di aria per l’asciugatura.

Sia la fase di applicazione del lubrificante liquido che la successiva fase di asciugatura richiedono una generosissima quantità di aria compressa. Con l’utilizzo del DRY LUB SYSTEM, invece, c’è una fase di soffiatura di potenza ridotta utile, se necessaria, per togliere eventuali bave dagli stampi.

  • Incremento della qualità, ridotta porosità nella fusione.

La totale assenza di umidità porta ad una drastica riduzione delle porosità dei getti. Il miglior scorrimento del materiale dato dalle cere, nonché la più alta temperatura di esercizio della matrice portano ad un miglioramento della qualità dei getti.

  • Migliore scorrimento del materiale, le proprietà chimico-fisiche delle cere aiutano l’iniezione dell’alluminio.

A volte si arriva a ridurre la velocità della seconda fase di iniezione.

  • Aree di lavoro pulite, assenza di nubi oleose.

Le generose quantità di lubrificante liquido utilizzato portano alla creazione di nubi oleose all’interno della fonderia, anche nonostante l’uso di potenti cappe aspiranti. Con l’utilizzo del DRY LUB SYSTEM, oltre alla bassissima quantità di lubrificante utilizzato, l’assenza dei forti getti permette di contenere all’interno della pressa l’eccedenza di prodotto applicato e ridurre la potenza delle aspirazioni.

  • Aumento della vita dello stampo, conseguenza logica della drastica riduzione degli shock termici.

Con l’eliminazione della lubrifica ad acqua si eliminano gli shock termici ai quali, ad ogni ciclo, le matrici sono sottoposte (spesso superiori a sbalzi di 200°). Ciò crea dei tensionamenti superficiali che sono la causa del deterioramento precoce degli stampi.

  • Più economico ed ecologico:          l’adozione del DRY LUB SYSTEM elimina totalmente l’uso dell’acqua e il successivo smaltimento delle acque reflue, nonchè la conseguente depurazione.

La bassa quantità di cere utilizzate e i vantaggi che ne derivano (espressi sopra) fanno del DRY LUB SYSTEM il metodo più economico esistente.

Adottare nuovi sistemi che rispettano l’ambiente è utile e necessario, soprattutto quando sono più produttivi ed economici. L’acqua è un bene prezioso e limitarne gli sprechi è diventato necessario per noi e per l’ambiente in cui viviamo.

 

APPARECCHIATURE

 

DRY LUB SYSTEM AUTOMATICO

TESTE DI LUBRIFICA:

  • COMPACT   Testa di lubrifica elettrostatica a più erogatori da montare su lubrificatori verticali. E’ costruita in alluminio con un design compatto che permette un facile posizionamento degli erogatori elettrostatici. Nella parte inferiore è posizionata una serie di ugelli per il soffiaggio di aria, utili all’eliminazione delle bave sullo stampo.
  • CUBIC         Testa di lubrifica a 4 erogatori. Utilizzato su presse da 90 a 250 ton.
  • ALM2          Lancia di lubrifica da montare su robot. Per le sue caratteristiche, questa apparecchiatura può lubrificare contemporaneamente le due parti dello stampo non obbligando il robot a grandi torsioni.
  • ALM 4         Lancia di lubrifica a 4 erogatori, con le stesse caratteristiche di ALM2

 

ALIMENTATORE POLVERE:

  • REP   Alimentatore polveri brevettato che permette una regolazione molto precisa e costante della quantità di lubrificante erogato. Dotato di un sofisticato sistema di controlli ed allarmi, permette di lavorare in tutta tranquillità e di essere riempito senza fermare il ciclo produttivo.         
  • DLS   Alimentatore polveri a doppio serbatoio da utilizzare in abbinamento alle teste di lubrifica elettrostatiche mod. Cubic e ALM2. Caratteristica del DLS è il controllo manuale della carica delle polveri.

 

DRY LUB SYSTEM MANUALE

  • GRES/A   Apparecchiatura elettrostatica per l’applicazione manuale. Provvista di lancia manuale e 1 serbatoio per la polvere.

 

POLVERI

 

  • VALE 107

- Miscelatura di lubrificanti solidi in polvere di cera naturale

- Punto di fusione 90°

- Buona efficienza sino ai 280°

- Non solubile in acqua

- Il prodotto non è considerato tossico

- Non lascia residui sul pezzo

 

  • VALE 180 HT

- Polvere di nuova tecnologia che da' un maggior potere di distacco

- Buona efficienza sia a basse temperature che ad alte temperature, sino a 435° e oltre

- Non solubile in acqua

- Il prodotto non è considerato tossico

- Ottima verniciabilità

- Non lascia residui sul pezzo

 

 

Video: 

You are missing some Flash content that should appear here! Perhaps your browser cannot display it, or maybe it did not initialize correctly.